Confraternita Maria SS del Soccorso Pietraperzia lu Signuri di li fasci - Venerdi� Santo Sicilia

Home La Confraternita La Chiesa Processione News Raccolta Foto Video Commenti Links

info

Scarica la brochure
in formato zip
Con tutte le informazioni e le notizie relative alla processione

 

Confraternita Maria SS. del Soccorso e degli Agonizzanti

 

Messaggio del governatore

      La Confraternita Maria SS. del Soccorso da secoli organizza la processione del Venerdì Santo conosciuta come “lu Signuri di li fasci”, nome che le deriva dalle numerose fasce di lino bianco - circa 200 - che ogni anno vengono legate ai piedi del SS. Crocifisso alla sommità di una croce alta per la precisione mt. 8,51 (33 palmi siciliani), oltre la vara per il trasporto a spalla eseguito da 80 Portatori.

      Il rito caratterizza la nostra comunità di Pietraperzia che attende tutto l'anno lo svolgersi dell'Evento, facendo rivivere in chi vi partecipa momenti di intensa spiritualità.

      L'atmosfera è unica e le emozioni non sono facilmente descrivibili.

      La processione rappresenta per i Pietrini il momento più importante della vita religiosa e collettiva dell'intera comunità, che rinnova questo rito con la convinzione di perpetuare un'antica tradizione di Fede e di devozione popolare e con la speranza di tramandare immutato alle future generazioni il patrimonio ricevuto in eredità.

      Questo patrimonio di fede, cultura e religiosità popolare va salvaguardato con tutte le nostre forze.

      Da diverso tempo la Confraternita è impegnata in una operazione culturale che ha visto a partire dal 2011 il restauro dell'Urna con il Cristo morto, nel 2013 il restauro del SS. Crocifisso “lu Signuri di li fasci”, nel 2015 il restauro della tela della Madonna del Soccorso e nel 2016 il restauro della cornice lignea barocca posta a coronamento dello stesso Crocifisso.

      Il restauro sarà presentato il prossimo 20 febbraio 2016 alla presenza di S.E. Mons. Rosario Gisana, del Soprintendente Arch. Gueli e della restauratrice Mariangela Sutera che ha eseguito il delicato restauro restituendoci un'opera risalente al XVII o XVIII secolo. (foto 1) (foto 2)

      Stiamo predisponendo un progetto per un ulteriore sistemazione della chiesa della Madonna del Soccorso - il Carmine - sperando di potere restituire alla nostra comunità la chiesa in maniera sempre più decorosa. Il patrimonio artistico della “nostra” chiesa merita l'attenzione da parte di tutti i fedeli e di tutti i cittadini proprio perché patrimonio appartenente all'intera comunità e come tale soggetto di salvaguardia

      La chiesa del Carmine, infatti, è la sede dove sono custoditi i simboli della processione di lu Signuri di li fasci.

      Negli anni passati la Confraternita è stata impegnata nella riscoperta e valorizzazione del senso religioso della processione, che oggi viene vissuta con grande partecipazione dai fedeli pietrini, nonché dai numerosi turisti che assistono ammirati alla singolare tradizione.

      L'appello che ancora una volta rivolgiamo alle nuove generazioni è quello di avvicinarsi alla Confraternita, che di questo patrimonio è stata ed è gelosa custode, per conoscerne la storia e valorizzare ulteriormente il ricco patrimonio religioso, culturale e sociale.

      La confraternita negli ultimi anni ha intrapreso un cammino di fede che vede i confrati attivi nella partecipazione ad attività di carattere religioso, sociale e culturale. Questa crescita della confraternita ha portato tutti noi ad una maggiore consapevolezza di quanto si realizza soprattutto durante la settimana santa.

      Abbiamo visto tante volte le lacrime sul volto di pietrini nel raccontare la “festa”, nel ricordare un momento della propria vita legato alla processione. E' davvero difficile trovare un “pirzisi” che non ricordi il pellegrinaggio alla chiesa del Carmine “ppi salutari lu Signiruzzu” con la mano “affirrata” a quella di un genitore o che non riviva i momenti dell'alzata della Croce, o di una delle due girate del fercolo, o l'intensa invocazione dei portatori e dei confrati: “pietà e misericordia Signuri”.

      Il grande senso di religiosità con cui oggi viene vissuta la processione dai fedeli pietrini, nonché dai numerosi turisti che assistono ammirati alla singolare tradizione, ci impone di richiedere a quest'ultimi, anche attraverso questo sito, il rispetto della tradizione mediante una partecipazione quanto più silenziosa possibile.

      Nel sito è stato inserito l'elenco dei possessori di fasce come risultano nei registri della Confraternita con accanto la data di realizzazione. Vuole essere uno stimolo a conoscere meglio la storia delle nostre fasce ed anche un ulteriore invito a censire le poche fasce che ancora non risultano registrate nei nostri archivi.

      Questo sito si rivolge soprattutto a quanti hanno a cuore la salvaguardia e la valorizzazione delle tradizioni popolari e soprattutto ai pietrini che per le vicissitudini della vita non possono partecipare con la loro presenza alla processione di “lu Signuri di li fasci”.

      A quest'ultimi - molti dei quali proprietari delle antiche fasce - rivolgiamo l'invito a ritornare nella loro Pietraperzia per partecipare alla processione, con l'antica Fede.

Pietraperzia febbraio 2016                                                                                 Il Governatore          
                                                                                                                        Giuseppe D. Maddalena

 

Le speranze avvolte in fasce
l'origine delle fasce

Copyright © 2004 Confraternita di Maria SS. del Soccorso e degli Agonizzanti. Tutti i diritti riservati.