Confraternita Maria SS del Soccorso Pietraperzia lu Signuri di li fasci - Venerdi Santo Sicilia

Home La Confraternita La Chiesa Processione News Raccolta Foto Video Commenti Links

Foto Antiche

 
Matrice in rame utilizzata per la realizzazione della stampa del 1887. In basso a destra si legge "Cosimo Adamo disegnò ed incise - Catania - Paolo Adamo rifeci 1887" il che fa supporre che Paolo Adamo nel 1887 si sia limitato a rifare o restaurare la matrice della stampa precedentemente realizzata da Cosimo Adamo ed infatti in una annotazione nei libri di cassa della confraternita datata 7 agosto 1865, si legge: "pagati lire 39,52 a don Cosimo Addamo in Catania per le figure del Venerdì Santo di detto anno", il che indica chiaramente che l'originaria matrice è stata realizzata precedentemente al 1865. A corroborare tale ipotesi sovviene inoltre l'inventario degli oggetti appartenenti alla confraternita redatto nel 1866 con riportata: "una stampa in rame coll'immagine del Calvario". In basso a sinistra si legge "L'Autore alla sua Patria questo primo ricordo". Stampa del 1887.
Riproduzione di una precedente stampa del 1865. Stampa del 1865
Come si può notare in questa stampa manca la scritta a sinistra col riferimento sia a Cosimo che a Paolo Adamo. Mentre è presente quella a destra: "L'Autore alla sua Patria questo primo ricordo" , il che avvalora la tesi che l'autore in questione fosse Cosimo Adamo il quale nato a Pietraperzia il 12 marzo 1809 da Mastro Francesco e da Rosaria Bevilacqua, si trasferì in gioventù presubilmente a Catania per studiare all'Accademia delle Belle Arti (nel "Catalogo degli oggetti di belle arti esposti nella sala della Regia Università di Palermo" del 30 maggio 1838, troviamo tre suoi lavori: un ritratto a lapis di Ferdinando II, una scatola con incisa la creazione di Eva e un flauto di canna con incisisioni di Sacra Scrittura) e dove contrasse matrimonio con Andreana Giuffrida il 9 febbraio 1841 stabilendosi definitivamente in detta città. Nella seconda metà dell'ottocento era abbastanza conosciuto in Sicilia tantoché Salvatore Salamone-Marino nel suo libro Costumi ed usanze dei contadini in Sicilia del 1897 così lo descrive:<< ...artista che giunse negli ultimi anni di sua vita ad attingere a tal perfezione nell'incidere da poter gareggiare co' più riputati....>>.
Quella di sopra è una delle più antiche raffigurazioni de "lu Signuri di li fasci" allora detto "Calvario".
Stampa 1887. Particolare
Stampa 1887. Particolare
Stampa 1887. Particolare
5 1938
1941
Questa foto ha un piccolo retroscena che vogliamo raccontare con le stesse parole trovate nella deliberazione n°94:
"L'anno millenovecentoquarantuno il giorno ventisette del mese di aprile in Pietraperzia, il signor D'Urso Sebastiano avendo prodotto una fotografia del Calvario in processione, per riprodurla in cartoline venuto ad accordi con l'amministrazione della Confrazia M. SS. del Soccorso, il D'Urso ha venduto alla Confrazia predetta, tale fotografia e la proprietà di riproduzione per lire cinquanta. In caso che il D'Urso dovrebbe fare delle infrazioni inerenti alla vietata riproduzione della fotografia del Calvario venduta come soprascritto, egli sarà responsabile di tutti i danni che potrebbe causare alla Confrazia M. SS. del Soccorso come risulta quanto gli fa obbligo nella quietanza scritta e sottoscritta di suo pugno."
1942
1956
1956
1956
1956
1956
1959
Portatori Urna 1969
Portatori Addolorata 1969
1969
Primi anni '70
1974
1974
1975
1975
1976 1976 1976 Nella metà degli anni '70 l'Addolorata iniziò ad essere portata in processione dalle donne del paese, usanza che è divenuta negli anni tradizione, anche se oggi le portatrici appartengono di norma alla Confraternita di Maria SS. Addolorata. 1978 1978 1978 1979 1979 1980 1981 1981 Prima metà anni '80 Prima metà anni '80 1983 1983 1984 1984 1984 1990 1990 2004
Durante i lavori di restauro dell Chiesa Madonna del Soccorso, il crocifisso de "lu Signuri di li fasci" restò, per parecchi mesi, affisso all'arco maggiore del coro della Madrice.
2005
Al termine della celebrazione del Venerdì dell'Addolorata, il crocifisso de "lu Signuri di li fasci" viene posto all'adorazione dei fedeli e quindi riportato in processione nella Chiesa Madonna del Soccorso.

Copyright © 2004 processione di Maria SS. del Soccorso e degli Agonizzanti. Tutti i diritti riservati.